Il nostro Cozza Day

Written by Grilli Nisseni. Posted in Politica, V-day

Anche il MoVimento 5 Stelle ha preso parte, sabato scorso, al “Cozza Day”, l’iniziativa che ha riempito piazza Navona a Roma con gli attivisti del MoVimento da tutta Italia per ribadire quanto già chiesto nel 2007 con le 350mila firme per la legge di iniziativa popolare “Parlamento pulito”:
  1. nessun condannato in Parlamento
  2. massimo 2 mandati elettorali
  3. reintroduzione del voto di preferenza

Depositati davanti a Montecitorio migliaia di gusci di cozze per stigmatizzare l’attaccamento alle poltrone dei parlamentari italiani. C’era la voglia di essere lì per confermare il lavoro fatto nel 2007 con la raccolta di firme con la quale scendemmo per la prima volta in piazza a Caltanissetta, raccogliendo oltre 1000 firme. Ora abbiamo voluto mettere un altro tassello in quel percorso. Beppe Grillo ci ha raccomandato ad inizio di manifestazione di non cedere alle provocazioni e di non intralciare il traffico, questo perché era la prima vera manifestazione di piazza convocata dal M5S, non come i V-Day ai quali si prende parte magari perché ci sono i cantanti: chi era sabato a Roma era veramente interessato a sostenere l’iniziativa. Certo, portare cozze al Parlamento non è cosa di tutti i giorni. Abbiamo portato sotto Montecitorio uno striscione con una “novena” fatta di “cozze di Sicilia”, ovvero tutti i parlamentari siciliani (ed anche i ministri) che siedono a Roma. Queste manifestazioni ti danno una carica esplosiva, ti convinci che puoi andare avanti, che è giusto quello che stai difendendo, che c’è gente che ci crede e ti ricarichi.

Siamo già al lavoro per ricominciare, per raccogliere le firme per chiedere la riduzione dei costi della politica siciliana (abbiamo già chiesto un incontro per i primi di ottobre con il presidente dell’Ars Cascio per consegnargli le firme raccolte) ma anche, in ambito locale, per le questioni legate a Tarsu, abbattimento dei costi del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, costi della fornitura idrica. Iniziative anche a difesa del territorio della provincia, con sit-in a Niscemi per protestare contro l’installazione delle antenne Muos. Ma anche richiesta alle aministrazioni locali di trasparenza, per rendere possibile una partecipazione veramente democratica dei cittadini alla vita della “cosa pubblica”. Depositeremo a breve al comune una richiesta ufficiale indirizzata al presidente del consiglio comunale facente funzioni per chiedere l’installazione di una webcam in grado di riprendere integralmente le sedute del consiglio comunale di Caltanissetta per poi riproporle integralmente sul web, ampliando così la possibilità di partecipazione popolare alle sedute di Palazzo del Carmine in cui vengono discussi e decisi atti importanti per la città e i suoi cittadini.

Il MoVimento 5 Stelle di Caltanissetta torna a riunirsi per costruire un’alternativa in questa città oramai abbandonata dalla politica. Non mancate! Ci vediamo alle 19.30 di mercoledì 14 settembre in via Leone XIII n°42.

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento