Io pago io decido arriva in Comune

Written by Grilli Nisseni. Posted in Cittadinanza, Politica

Finalmente le 1729 le firme raccolte su 45 moduli dal MoVimento 5 Stelle di Caltanissetta per la petizione “Io pago, io decido” ieri mattina sono state depositate in Comune all’attenzione del Sindaco Campisi, del Presidente del Consiglio Comunale Zummo e di tutti i consiglieri comunali. Abbiamo chiesto ai cittadini di Caltanissetta di dare voce alla petizione per introdurre nello Statuto del Comune di Caltanissetta 5 punti di democrazia partecipata, in molti hanno risposto firmandola nei mesi scorsi. Chiediamo l’introduzione del bilancio partecipativo, del referendum propositivo comunale, l’abolizione del quorum per i quesiti referendari comunali, la ripresa video in streaming delle sedute del consiglio comunale e l’erogazione del gettone di presenza ai consiglieri comunali legato almeno al 75% delle presenza in aula degli stessi consiglieri. Queste firme dimostrano il consenso favorevole dei cittadini che ribadiscono l’adesione alla proposta di democrazia partecipata portata avanti dal MoVimento 5 Stelle. Il senso di questa iniziativa è quello di voler restituire ai cittadini la possibilità di “governare” davvero la propria città e rientra nel programma nazionale del movimento, ma nasce soprattutto dall’esigenza di promuovere vera democrazia, una democrazia in cui i cittadini decidano cosa fare con quello che sono chiamati a pagare. Bisogna, in poche parole, cominciare a pensare alla città come ad un investimento, non solo economico e sociale, ma soprattutto in termini di progetto che cresce, in maniera adeguata, però, alle reali esigenze dei cittadini: una tassazione equa, la realizzazione di opere realmente utili e al servizio della città e non per interessi di terzi sarebbero già primi importanti passi in questa direzione. Adesso eserciteremo il “fiato sul collo” affinchè questa proposta di deliberazione venga discussa e approvata, non siamo un partito ma un movimento che interpreta il senso della politica come servizio.

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento